"Requiem di Mozart" Donazione Ciclo Pittorico Augusto Salati | Password Magazine
Festival Pergolesi

Castelbellino: "Requiem di Mozart" – Donazione Ciclo Pittorico di Augusto Salati

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

CASTELBELLINO – L’ incontro continuo tra Castelbellino ed il maestro pittore e scultore Augusto Salati è ormai ricorrente da lunga data, da quel 1991 in coincidenza della prima edizione di Castelbellino Arte che lo vide primo protagonista della riconosciuta rassegna culturale estiva; allora, l’artista propose una mostra di acrilici dedicati alla musicalità della poesia di D’Annunzio. Dopo tanti anni di scambio di presenze, di condivisione e di attenzione, oggi il Comune di Castelbellino accoglie le opere del Maestro Augusto Salati all’interno dei principali beni immobili comunali; un reale percorso culturale all’interno delle mura del centro storico che lega artisticamente la casa comunale, il teatro, il museo civico, cioè i luoghi in cui saranno esposte in maniera permanente le opere del ciclo pittorico “Requiem di Mozart” donate dal Maestro alla comunità di Castelbellino.

Le opere pittoriche consistono in dodici grandi tele di dimensioni notevoli e forme geometriche particolari, dall’Hostias (tondo dal diametro di215 cm) al Recordare Jesu Pie (il più grande, 450×260 cm) esposto all’interno della sala consiliare, e costituiscono l’interpretazione pittorica del Requiem del grande autore salisburghese. Il maestro Salati le presenta e le racconta con emblematiche parole: “quell’opera maestosa mi inchiodò al piacere dell’ascolto. Ascoltavo e guardavo, i suoni lasciavano dentro di me delle ferite odorose, terribili mostri sorgevano dalla terra pieni di  meraviglia ed incanto. La musica si muoveva, s’agitava con l’emozione che si manifestava, i suoni avevano guizzi e forme inseriti nell’armonia, nei movimenti. Le lame che incidevano le mie emozioni potevo trasformarle in forme e colori”. Conclude il maestro – “le dodici tele che dono alla comunità castelbellinese sono il frutto di tre anni di studio, nelle quali ho lasciato una parte di me acquistando un mondo sonoro-visivo che prima non mi apparteneva.

E’ molto ricco il programma della manifestazione organizzata dal Comune di Castelbellino per la cerimonia ufficiale di donazione presieduta dal Sindaco Demetrio Papadopoulos prevista per sabato 6 aprile alle ore 16.30 presso il teatro comunale di Castelbellino; nell’ occasione saranno presentate al pubblico le opere donate dal Maestro Salati e sarà presentato il catalogo “Requiem”, curato dalla Prof.ssa Loredana Cinti, con l’intervento del Prof. Gualtiero De Santi dell’Università di Urbino che verterà sul tema “Il musicale ed il poetico nell’arte di Salati”. Alle ore 17.30 sarà il momento di Mozart con il concerto “W.A.M. il magico Mozart” del Quartetto Italiano di Flauti “Les Flutes joyeuses” composto dai maestri Albino Mattei, Mario Puerini, Vittorio Farinelli, Francesco Santucci. Alle ore 18.30 trasferimento nell’adiacente Museo Civico di Villa Coppetti  per l’inaugurazione delle mostre, “Sfilimenti” di Augusto Salati, mostra di sculture, e “Movimenti” di  Adriana Argalia, mostra di fotografia dedicata dalla riconosciuta fotografa jesina all’interpretazione della donazione.

Le mostre e la visita al percorso “Requiem” all’interno del centro storico, entrambe allestite dal Prof. Sandrino Franconi direttore di Castelbellino Arte, saranno visitabili tutti i giorni dal 6 al 14 aprile dalle 17.30 alle 19.30.

Il giorno prima della manifestazione, venerdì 5 aprile, il Sindaco di Castelbellino ha convocato il consiglio comunale che vedrà al primo punto dell’ordine del giorno la proposta di concessione della cittadinanza onoraria al maestro Augusto Salati come riconoscimento per la donazione “Requiem” che arricchirà artisticamente la dotazione di opere delle quali beneficia la comunità di Castelbellino.

Comunicato da: Comune di Castelbellino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.