Choc a Moie, riaffiora cadavere dalle acque dell'Esino | Password Magazine

Choc a Moie, riaffiora cadavere dalle acque dell’Esino

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MOIE – Un risveglio choc questa mattina a Moie, dopo la circolazione della notizia di un cadavere riaffiorato dalle acque dell’Esino. Si tratta di un uomo, età circa 40 anni, straniero, scappato la notte scorsa da una clinica dove era in cura. Avvisati i carabinieri,  le ricerche hanno impegnato i militari tutta la notte fino al tragico ritrovamento  sugli argini del fiume Esino, fuori dal centro abitato di Moie, all’altezza dell’uscita per Castelplanio della SS76, non lontano dagli stabilimenti della Loccioni.

1. (12)

Questa mattina, la squadra dei vigili del fuoco di Jesi, intorno alle 9, ha recuperato il corpo ritrovato nel letto del fiume Esino. Le operazioni sono stati possibili grazie a tecniche specifiche adoperate dai pompieri.  La salma, sottratta alle acque, è stata poi messa a disposizione dai carabinieri presenti sul posto per le indagini di rito.

Al momento, si esclude la morte violenta mentre resta in piedi l’ipotesi di una morte accidentale o volontaria. L’uomo potrebbe infatti essere caduto dal ponte, facendo un volo di 5-6 metri o essere annegato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.