Fiere di San Settimio,invasione di bancarelle. Domenica l'anteprima | Password Magazine
Festival Pergolesi

Fiere di San Settimio,invasione di bancarelle. Domenica l'anteprima

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Si avvicinano le fiere di San Settimio, da quest’anno tornate sotto la diretta organizzazione del Comune dopo un lunghissimo periodo di gestione esterna. E sarà un’edizione più lunga, rispetto alla tradizionale tre-giorni, perché già domenica pomeriggio si comincia, con una “anteprima” di assoluta qualità e tante novità. A cominciare dalla “Corte dei Sapori” che dalle 16 sarà aperta in piazza Colocci, eletto il luogo delle specialità eno-gastronomiche d’eccellenza. Quindici gazebo saranno allestiti nello spazio di fronte a palazzo della Signoria con le tipicità delle Marche e le specialità di altre numerose regioni. Una vera e propria mostra-mercato del meglio della produzione agroalimentare italiana con l’obiettivo di dare una identità forte e specifica a questo settore strategico dell’economia e permettere ai visitatori di scoprire ed apprezzare le eccellenze della nostra regione e del nostro Paese. Alla “Corte dei Sapori” di piazza Colocci farà da contraltare la tensostruttura di Porta Valle, anch’essa aperta da domenica pomeriggio, dove vengono esposti i prodotti tipici regionali con 26 espositori provenienti da tutta Italia. Sempre nella “anteprima” domenicale sarà visitabile anche l’area fieristica campionaria sempre di Porta Valle dove sono presenti 31 espositori con prodotti per l’edilizia, la casa, l’ufficio, la logistica e le concessionarie. Accanto, 10 stand per la somministrazione e la ristorazione.

Un invito dunque al pubblico a venire in centro ben prima della tradizionale tombola di domenica sera. Un invito particolarmente rivolto alle famiglie con bambini perché, sempre dalle ore 16, vi sarà un divertente spettacolo itinerante dedicato ai più piccoli animato dal Mago Serenello. “Corte dei Sapori” e stand di Porta Valle resteranno aperti fino alle ore 24, permettendo così alle migliaia di partecipanti alla tombola di avere più punti di ristoro in centro e poter già cominciare una prima visita agli stand.

Poi, da lunedì la tradizionale invasione delle bancarelle: oltre 600 distribuite in tutto il centro storico e a valle delle mura medievali, per una kermesse che dal lontano 1304 dà il via all’autunno di Jesi

 

Comunicato da: Comune di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.