Il giornalista Sandro Ruotolo ospite alla Pastasciutta antifascista | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Il giornalista Sandro Ruotolo ospite alla Pastasciutta antifascista

MOIE – “Restare umani. Riscoprire i valori dell’umanesimo e l’umanità” è’ questo il messaggio di speranza che Sandro Ruotolo, giornalista di inchiesta, noto anche per aver collaborato con Michele Santoro , ha lasciato alla platea di Piazza Kennedy a Moie. L’occasione è stata l’anniversario della Pastasciutta antifascista. La serata, organizzata come ogni anno dall’Anpi, in collaborazione con la Pro Loco e il Comune di Maiolati Spontini,  è stata  l’occasione per celebrare attraverso l’incontro con il giornalista Ruotolo, quella prima grande festa che vide, il 25 luglio del 1943, la famiglia Cervi riunirsi per preparare una pastasciutta in bianco, simbolo del duro lavoro nei campi, ma anche dell’amore per la terra e la libertà, da condividere insieme alla comunità per festeggiare la caduta del fascismo e l’arresto di Mussolini.

Dovevano ancora accadere l’8 settembre, l’occupazione nazifascista, la Repubblica di Salo’ e la Liberazione, ma quel 25 luglio sarà per sempre la data simbolo di una festa di gioiosa condivisione e di storia italiana. Circa 50 i kg di pastasciutta che sono stati cotti e serviti gratuitamente ai presenti durante tutta la serata. “E questo è il fiore del partigiano VIVO per la Libertà” hanno cantato i componenti del Canzoniere dell’Anpi. A seguire il concerto del gruppo Khorakhane.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.