"La Cantiga de la Serena": il Mediterraneo al teatro Cocuje | Password Magazine
Banner-Hedone
hedone

“La Cantiga de la Serena”: il Mediterraneo al teatro Cocuje

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Domenica 12 settembre il palcoscenico del teatro jesino Cocuje getterà un ponte tra Occidente e Oriente, ospitando “La Cantiga de la Serena”, gruppo musicale e progetto culturale che rielabora l’antica musica del bacino del Mediterraneo.
Dopo il primo disco del 2016 titolato “La serena”, il trio esce ora con un nuovo album, “La Mar”. Lo spettacolo, relativo al loro ultimo lavoro, propone canti e riti d’amore che fanno parte di un ampio repertorio, dalle antiche cantighe, coplas e romanze sefardite degli ebrei spagnoli vittime della diaspora di fine ‘400, ai canti cristiani di pellegrinaggio e devozione raccolti sotto il nome di “Cantigas de Santa Maria”. Molteplici gli apporti culturali della musica di questo gruppo: i ritmi dei nomadi berberi, la tecnica improvvisativa delle scale melodiche arabe (i cosiddetti “maqamat”), i tempi dispari della musica balcanica. Viene così ricostruita la quotidianità dei pellegrini che si recavano al Monastero di Montserrat e trascorrevano le notti di vigilia cantando e ballando musiche folk appartenenti a diverse culture e religioni che spontaneamente si mescolavano, lasciando spazio a improvvisazioni e a tradizioni differenti.

download.jpeg

Lo spettacolo propone inoltre un ospite d’eccezione, Andrea De Siena, danzatore di pizzica pizzica e danze tradizionali del sud Italia. La performance, in via dell’Esino 13, verrà proposta in due diversi turni, alle ore 19:00 il primo e alle 21:00 il secondo. Per informazioni e prenotazioni è possibile rivolgersi ai numeri 3487932055 e 3477491702, anche per messaggio Whatsapp.

A cura di Angela Anconetani Lioveri

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.