Oasi felina a Jesi, si lavora al progetto: sorgerà a Mazzangrugno | Password Magazine
Festival Pergolesi

Oasi felina a Jesi, si lavora al progetto: sorgerà a Mazzangrugno

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Oasi felina a Jesi, il Comune a lavoro per la progettazione. Lo conferma l’assessore all’Ambiente Cinzia Napolitano, di fronte all’esigenza sempre più sentita sul territorio di un rifugio per i gatti abbandonati. Con l’arrivo della bella stagione, è tutto un fiorire di cucciolate e anche colonie come la famosa di Antonietta, in via Zambelli, è in difficoltà: «Non possiamo più alimentare il numero delle entrate dei gatti in colonia – dicono i volontari – dove li mettiamo tutti?». Senza contare che, come comunicato sulla pagina Facebook,  all’interno della zona dove stazionano i gatti della signora Antonietta, si è dovuto provvedere al posizionamento di telecamere a causa dei numerosi abbandoni che si verificano.

Cinzia Napolitano_Jesi
L’assessore all’Ambiente Cinzia Napolitano

La nuova oasi felina sorgerà in località Mazzangrugno, in un’area comunale situata fuori dal centro abitato, oltrepassato il cimitero: «Sarà un’area completamente recintata – fa sapere l’assessore Napolitano – . Gli spazi saranno suddivisi in diversi settori per accogliere differenti tipologie di gatti. Una volta definito il progetto, faremo un bando per affidare la gestione dell’oasi».
In attesa dei tempi di realizzazione, chi vuole può contribuire e sostenere le realtà di volontariato che si occupano dei quattro zampe, come l’associazione «4 Baffi» di Jesi impegnata in almeno 6 colonie sul territorio, compresa quella di Antonietta, con l’obiettivo di trovare una famiglia amorevole ai poveri randagi e di raccogliere fondi per sterilizzazione e cure.

A cura di Chiara Cascio

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.