Pianello sotto shock per la rapina alla tabaccheria. Il Sindaco Togni:"Occorrono misure di prevenzione" | Password Magazine
Festival Pergolesi

Pianello sotto shock per la rapina in tabaccheria. Il Sindaco Togni: "Occorrono misure di prevenzione"

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

PIANELLO VALLESINA – Ancora sotto shock la cittadina di Pianello Vallesina per la rapina avvenuta sabato scorso alla Tabaccheria – Alimentari Rossetti di via Gramsci.

In negozio, punto di riferimento importante per gli abitanti, posizionato lungo la via che collega il centro del paese alla rotatoria di svincolo per la superstrada, ancora oggi arrivano le telefonate di amici e clienti, preoccupati per i proprietari, vittime di attimi di terrore degne di un film horror.

Erano le 19.30 quando tre banditi, dal viso coperto da un passamontagna e vestiti di nero, hanno fatto irruzione nel negozio e puntato i coltelli alla gola della titolare Ivana, del marito Giancarlo e di un cliente che, sfortunatamente, si trovava sul posto. I rapinatorisi sono fatti consegnare l’incasso del lotto e si sono dati velocemente alla fuga. Il cliente, ripresosi dallo shock e leggermente ferito al mento,  ha chiamato il 113.  Sul posto sono intervenute le volanti del Commissariato di Jesi e i carabinieri di Moie.

“Si è svolto tutto velocemente, tanto che non riuscivo a credere a quello che stava accadendo – racconta la titolare Ivana – Sono arrivati in tre e subito ci hanno puntato i coltelli alla gola. Continuavo a chiedere “Ma è uno scherzo?”. Mio marito che era vicino alla cassa è stato strattonato, tanto da strappagli la camicia. Allora, col coltello ancora puntato alla gola, ho compreso che era tutto vero”.

L’ammontare del bottino – l’intero ricavato del lotto – è ancora da quantificare.
Nulla si sa dell’identità dei tre banditi: “Cercavo di capire chi fossero guardando negli occhi gli aggressori ma è stato inutile – continua Ivana – Non riusciamo ancora a riprenderci dallo spavento. Non era mai successo. La paura è ancora tanta ma bisogna pur andare avanti e continuare a lavorare”.

Sconcertata anche l’Amministrazione comunale di Monte Roberto: “A Pianello, non erano mai accaduti episodi di rapina a mano armata – fa sapere il sindaco Olivio Togni – Comprendo lo spavento dei cittadini e valuteremo misure di prevenzione a favore della sicurezza. Al momento non possiamo che stringerci, con dispiacere, intorno i proprietari della tabaccheria e di collaborare il più possibile con le Forze dell’Ordine per far luce sull’accaduto”.

Sul fatto, la Polizia sta ancora indagando.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.