Spostare la Fontana dei Leoni in Piazza della Repubblica. Il risultato del sondaggio | Password Magazine

Spostare la Fontana dei Leoni in Piazza della Repubblica. Il risultato del sondaggio

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Un anno di tempo per spostare la fontana dei leoni con obelisco da Piazza Federico II a Piazza della Repubblica (dove si trovava fino al 1949) altrimenti il comune dovrà dire addio (andrà a 3 associazioni di volontariato) ai 2 milioni di euro arrivata da Cassio Morosetti. Il sindaco di Jesi Massimo Bacci si è espresso a riguardo affermando che «le condizioni che ha posto Cassio Morosetti sono stringenti e i tempi serrati considerate le procedure amministrative.

Ma la città è divisa e sui social, come nelle piazze jesine, si è aperto il dibattito. Dopo diversi commenti arrivati nei canali di Password Magazine, la maggioranza contrari allo spostamento, abbiamo deciso di realizzare un sondaggio sulle nostre stories di Instagram, come già fatto in passato davanti a temi non condivisi e così importanti per la città.

La domanda posta dal sondaggio era la seguente: “Sareste d’accordo a riportare il monumento (ora in Piazza Federico II) in Piazza della Repubblica? Testamento Morosetti: 2 milioni donati alla città ma con questo vincolo di spesa“.

Sono state 330 le persone che hanno interagito con il sondaggio da noi proposto ed il risultato non è risultato netto come si poteva ipotizzare dai vari commenti sui social e non. Il 55% dei partecipanti ha risposto NO, contro un 45% di favorevoli allo spostamento.

sondaggio leoni

Per le ultime dichiarazioni del sindaco Massimo Bacci e la nostra video intervista sull’argomento, seguite questo LINK

4 Commenti su Spostare la Fontana dei Leoni in Piazza della Repubblica. Il risultato del sondaggio

  1. Il mio parere è favorevole allo spostamento, solo per il fatto che fare questa operazione significa dare una ulteriore economia, per molte aziende locali, e si riporterebbe la fontana all’origine.

  2. la fontana e l’obelisco si possono anche spostare con un referendum popolare ma no perchè lo ha lasciato detto morosetti.
    se uno che alla mattina si alza con un capriccio e dice l’arco clementino lo portiamo sui giardini tanto pago io poi si fà???.
    riflettete!!!

  3. Qualche ingrato se la prende addirittura con il benefattore. Un legato può essere rifiutato, quindi per lamentarsi ci si può rivolgere a chi non l’ha rifiutato, non certo al benefattore che l’ha disposto. A mio avviso bene ha fatto il sindaco a non rifiutarlo. La fontana è di per sé un bel monumento, tra l’altro uno dei pochi di Jesi, che sta bene in entrambe le piazze ma che è nata per impreziosire la piazza del teatro, spoglia senza la sua fontana, mentre aggiunge meno all’armonia di piazza Federico II. Solo una becera questione di viabilità legata ad un capolinea di torpedoni la fece rimuovere nel ’49, operazione impensabile oggigiorno, menomando la bellezza di piazza della repubblica. Ora giustamente la fontana torna al suo posto. Più che legittima la posizione di chi è contrario preferndola dove è attualmente. Ma per favore rispettiamo ed onoriamo la memoria di un benefattore che ha solo generosamente messo il suo denaro a disposizione di un grande progetto ma non ha imposto nulla a nessuno prevedendo anche il suo utilizzo altrettanto benefico in caso di rifiuto del legato. Semmai chi è contrario si rivolga al sindaco cercando di argomentare la propria contrarietà con motivazioni più forti del semplicistico partito preso o dell’intenzione di lasciare la piazza del teatro vuota (o libera) per eventuali saltuarie manifestazioni di piazza che potrebbero svolgersi tranquillamente anche con la fontana installata ovvero essere spostate nella più grande piazza Federico II se qualcuno immagina radunate oceaniche. Jesi merita di più che una eccessiva polemica su uno spostamento a costo zero che renderà più bella piazza della repubblica riportandola all’armonia precedente allo sfratto della fontana avvenuto per far posto a una squallida fermata degli autobus

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.