Ufficio Tributi Comune di Jesi, doppio provvedimento per snellire la burocrazia | | Password Magazine

Ufficio Tributi Comune di Jesi, doppio provvedimento per snellire la burocrazia

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Il Comune abbatte un primo pezzetto di muro della burocrazia in cui si trova spesso imprigionato il cittadino contribuente e si appresta a dare il via ad un doppio provvedimento che punta a rendere più agevole, immediato e chiaro il rapporto con il personale dell’Ufficio Tributi.

Il primo è già contemplato negli atti di indirizzo del bilancio di previsione 2015 e riguarda la presa in consegna diretta della riscossione. “Sperimentata con successo – vi si legge – la riscossione ordinaria in capo direttamente al Comune in sostituzione di quella svolta da Equitalia, tra l’altro con un sostanzioso risparmio, nel 2015 troverà attuazione con le stesse modalità anche la riscossione coattiva. Ciò significa che non solo il Comune risparmierà sull’aggio dovuto alla precedentemente concessionaria, ma, aspetto tutt’altro che secondario, avrà un contatto diretto con il contribuente, rafforzando quel rapporto privilegiato che deve esserci tra Comune e cittadino. Il contribuente che vede recapitarsi una lettera di riscossione non troverà più di fronte a sé un muro costituito da mattoni e burocrazia, ma un Ufficio con persone pronte ad analizzare insieme a lui gli accertamenti contestati, valutare modalità di rientro tramite rateizzazione”.

E di questi ultimi aspetti se ne occupa il nuovo “Regolamento per la disciplina delle rateizzazioni per il pagamento di entrate comunali” che lo stesso Consiglio sarà chiamato a votare e che entrerà in vigore a partire dal 1° gennaio del prossimo anno.

In esso si prevede la facoltà, concessa al contribuente, di rateizzare gli importi dovuti al Comune di Jesi per avvisi di accertamento relativi ad entrate tributarie, ingiunzioni fiscali o altri strumenti di riscossione coattiva. La rateizzazione, che viene così introdotta in maniera ufficiale nella regolamentazione dei rapporti con il contribuente, potrà essere concessa per importi superiori ai 100 euro, con restituzione fino a 24 mesi con i soli interessi previsti per legge.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.