Via della Figuretta troppo pericolosa, PD: «Urge ampliamento”

JESI –  I Segretari del PD di Jesi e del PD di Monsano, nelle persone di Stefano Bornigia e Ado Bastari, inviano una lettera aperta ai rispettivi sindaci Massimo Bacci e Roberto Campelli sullo stato e relativa situazione viaria della strada di Via della Figuretta fra i due Comuni.

«Questo tratto di strada di poche centinaia di metri, oltre che dai cittadini residenti, è percorsa giornalmente da molte famiglie di Monsano che si recano a Jesi per lavoro ed altre attività socio-economiche e dalle tante famiglie jesine che, soprattutto d’estate, si recano sulla costa adriatica sia per lavoro che per villeggiatura fra Marina di Montemarciano e Senigallia – si legge nella lettera – Detta strada è da sempre in condizioni molto critiche per la tortuosità e strettezza della careggiata e per l’elevato traffico di auto, furgoni, cicli e motocicli e talvolta anche di mezzi pesanti ed è stata spesso teatro di incidenti fra cui purtroppo alcuni anche mortali».

Si legge anche che «per contro su detta strada non sono mai stati eseguiti interventi degni di rilievo volti a diminuirne la pericolosità, soprattutto nel tratto iniziale adiacente all’albergo Federico II, dove non si è trovato niente di meglio che istituire un senso unico alternato, regolato da un impianto semaforico che per ironia della sorte è spesso fuori servizio e causa di ulteriore pericolo per l’incolumità dei mezzi e persone».

A questo si aggiunge il timore da parte del Partito Democratico che  «il traffico in questa via, già molto sostenuto, andrà a peggiorare in futuro poiché in zona Fontedamo, già sede del complesso ex Banca delle Marche, si prevede l’arrivo di nuove attività economiche che quasi certamente determineranno un aumento del traffico veicolare».

Per le suddette ragioni il PD propone che si provveda al più presto per una soluzione radicale «che risolva definitivamente il problema, procedendo senza indugi all’ampliamento di Via della Figuretta, coinvolgendo in questo progetto sia i proprietari dei terreni frontisti sia gli operatori economici esistenti, risolvendo possibilmente con una rotatoria anche il punto dolente dell’intersezione con Via Ancona, coinvolgendo allo stesso tempo lo svincolo di Via Battistoni e con esso l’importante accesso Nord alla Zona Industriale. Pensiamo in definitiva che oggi possano esserci le condizioni favorevoli per realizzare questa importante opera, che andrebbe a migliorare notevolmente la viabilità e sicurezza stradale per i tanti cittadini di Jesi e Monsano che più volte al giorno debbono transitare per questa via».

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*