Matt Cancelleria
Vai al Sito

Animali da affezione e decoro urbano: multe per chi sporca

JESI – Una nuova convenziona tra Legambiente e il Comune di Jesi metterà in guardia tutti i padroni dei cosiddetti “animali da affezione”

“Se fosse il salotto di casa tua, lo lasceresti fare? Non la trattiene? Pulisci con una bottiglietta d’acqua. Rispetta la città!”. Questo è soltanto uno dei vari slogan scelti per questa campagna al decoro messa in campo dall’Amministrazione comunale e in particolar modo dall’ assessora Cinzia Napolitano. Non appena la convenzione partirà – l’assessora ci assicura che sarà a breve – due guardie zoofile scenderanno in campo jesino per controllare ed assicurarsi il benessere dell’animale e per multare chi trasgredisci le leggi regionali: si va dai 50€ per “mal custodia” ai 400€ per “cane a catena”, le guardie zoofile faranno due uscite a settimana, rigorosamente in borghese, nelle zone a ridosso del centro e nelle aree non adibite ai cani ma spesso frequentate.

“Si tratta di una questione a me cara quella del decoro e dell’educazione civica – commenta l’assessora – il cittadino dovrebbe vivere la città un po’ come se fosse casa propria, pulendo dove il cane sporca, ma anche, e soprattutto, rispettare il benessere dell’animale. La campagna inoltre va anche a sensibilizzare riguardo quei piccoli gesti che a volte il cittadino fa, non curante delle conseguenze, come gettare cartacce per terra o i mozziconi di sigarette: bisogna imparare a rispettare la propria città e gli altri”.

Le due guardie zoofile, Lara Secchiaroli e Monica Pierella, vanno a supportare le attività della Polizia Locale, intensificando i controlli e le verifiche: “Quello che a noi preme è il benessere dell’animale – commentano le guardie zoofile – e qui a Jesi, su una popolazione di 40.000 abitanti, risultano registrati all’anagrafe canino 8.500 cani, quindi avremo il nostro ben da fare. E inoltre, ci occuperemo anche del monitoraggio delle colonie feline”.

 

1 Commento su Animali da affezione e decoro urbano: multe per chi sporca

  1. Sono pienamente d’accordo per la pulizia. Non ci vuole nulla a pulire, ma il manifesto relativo alla pipì dei cani lo trovo un po’ buffo: “non la trattiene?”
    Ma sono cani!!! non possono trattenere come noi persone!!
    Con simpatia
    Guglielmina Guglielmi

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*