Delegazione cinese visita la discarica Cornacchia

JESI – Una delegazione cinese ha visitato lunedì scorso la discarica Cornacchia di Moie nell’ambito di un progetto promosso dalla Regione Marche in collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche che prevede la partecipazione ad un corso di alta formazione per la gestione ambientale e lo sviluppo sostenibile da parte di 22 rappresentanti della provincia dello Hunan, che conta ben 70 milioni di abitanti.

Ad accogliere la delegazione cinese, formata da funzionari e amministrori, sono stati il sindaco Umberto Domizioli e la presidente della Sogenus Eddy Ceccarelli. Il corso di formazione è stato organizzato in base ad un accordo operativo fra il Dipartimento di protezione ambientale dello Hunan e il servizio ambiente e agricoltura della Regione Marche. L’esperienza durerà cinque giorni, fino a venerdì 24 luglio, e toccherà diverse tematiche relative alla gestione dei rifiuti e alle bonifiche ambientali. Aspetti, quelli presentati dai docenti dell’Università e dai funzionari della Regione, che hanno posto il modello marchigiano all’attenzione dell’importante realtà cinese.

“I rappresentanti della delegazione dello Hunan sono rimasti – spiega il sindaco Umberto Domizioli – favorevolmente colpiti dalla gestione della discarica, sia per la parte operativa che per quella dismessa. Hanno fatto molte domande sul ciclo dei rifiuti e sono rimasti molto sorpresi dall’assenza di cattivo odore”.

Dopo la visita effettuata nei giorni scorso è previsto per giovedì 23 luglio un ulteriore passaggio alla discarica Cornacchia per visionare in modo specifico il sistema di biomonitoraggio attraverso le api, gestito dal professore Nunzio Isidoro, dell’università Politechica delle Marche. Nella mattinana, infatti, il tema sarà oggetto di una specifica lezione del corso durante la quale verrà illustrato in modo approfondito “L’utilizzo dell’apis mellifera quale bio indicatore di contaminazione ambientale da metalli pesanti e pesticidi”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*