L'Avvocato Risponde. Anomalie bancarie e sovraindebitamento, ecco cosa fare | Password Magazine
Festival Pergolesi

L’Avvocato Risponde. Anomalie bancarie e sovraindebitamento, ecco cosa fare

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce
L'avv. Monica Checchini

L’AVVOCATO RISPONDE a cura dell’Avv. Monica Checchini

Egregi lettori e gentili lettrici, da questo mese torno con la rubrica L’Avvocato Risponde.

Potete quindi ricominciare ad inviarmi i quesiti all’indirizzo mail: studiochecchini@libero.it;

Gli argomenti di maggior interesse costituiranno oggetto della trattazione da parte della sottoscritta nel numero successivo della rivista mentre ogni singola mail riceverà una risposta privata. 

Da quest’anno potranno costituire oggetto di specifico approfondimento anche i seguenti argomenti:

1) ANOMALIE BANCARIE intendendosi per tali le condizioni contrattuali scorrette o vessatorie, come ad esempio tassi che, dietro interessi (di mora e/od ordinari) molto elevati, possono superare i limiti massimi consentiti dalla legge; o anche soltanto il mancato rispetto degli obblighi di trasparenza (SOPRATTUTTO IN CONTRATTI DI MUTUO E/O FINANZIAMENTI DI QUALCHE ANNO FA e con nomi accattivanti quali, ad esempio, “Spensierato”).

Tutto ciò peraltro spesso conduce a illegittimi pignoramenti e ad esecuzioni immobiliari sulle abitazioni, ma la raccomandazione è di non arrendersi mai

Con i dovuti accertamenti potrebbero emergere anomalie tali da ribaltare la situazione.

Tra i rimedi concessi dalla normativa vigente vi sono l’annullamento del contratto con conseguente rinegoziazione e storno degli interessi indebitamente pagati; o potrebbe rivelarsi opportuna e percorribile la strada del “SALDO E STRALCIO” e, cioè, di una procedura che consente a colui che è debitore di una determinata somma di danaro di pagare meno di quanto dovrebbe e, allo stesso tempo, di liberarsi definitivamente dal proprio debito.

E quando proprio tutto sembra perduto, ci corre in aiuto la legge 3/2012 e il D.M. 202/2014 (detta “salvasuicidi”) sul:

2) SOVRANDEBITAMENTO intendendosi per tale ogni situazione di grave indebitamento di coloro che               non possono accedere alle procedure previste dalla legge fallimentare, come i consumatori, i piccoli                 imprenditori, le imprese agricole e i professionisti.

Si precisa che il sovraindebitamento riguarda anche (e soprattutto) casi di tributi e contributi non pagati, con cartelle pendenti presso Equitalia ed altri Enti di riscossione.

Purtroppo sono argomenti di estrema attualità in cui mi sono specializzata e che sarò lieta di poter condividere con tutti voi.

Per questo motivo mi permetto di riprendere questa RUBRICA con un CONSIGLIO:

se avete stipulato un contratto di mutuo e/o un prestito (a maggior ragione se già avete problemi di solvibilità con le Banche / Istituti di Credito), prima di disperare, vendere gioielli, chiedere ulteriori prestiti a parenti o amici per pagare le rate arretrate, o arrovellarvi il cervello su cosa sarà di voi e dei vostri figli in futuro, fate fare un controllo preventivo (seppur sommario) sulle condizioni contrattuali applicatevi e potreste essere piacevolmente stupiti nel verificare che non solo non dovete più alcunché, ma avete addirittura diritto al rimborso di parte delle somme già pagate.

 __________________________________________________________________

Studio Legale Avv. Monica Checchini

(Patrocinante in Cassazione e in tutte le Magistrature Superiori – Compositore della crisi da sovraindebitamento)

Via del Tiglio, 7 – 60030 Maiolati Spontini

Tel 0731 701779 – Fax 0731 690465

www.studiolgalechecchini.it (sito in lavorazione – a breve on line)

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.