Torre Erap, Jesi In Comune: "I fatti sono chiari" | | Password Magazine

Torre Erap, Jesi In Comune: “I fatti sono chiari”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – “In risposta al comunicato stampa inviato da Jesiamo e Jesinsieme ribadiamo quanto già detto: gli unici “fatti”, se così vogliamo chiamarli, sono le parole del Sindaco che si limita a ripetere che la decisione presa era irreversibile”. La replica arriva stavolta da Jesi In Comune che ribadisce di aver pubblicato, insieme ai comitati, contro la costruzione – ripetutamente – una serie di documenti: “la lettera del Sindaco che stoppa la Regione nel 2014, il rendering del piano Campo Boario, la proposta di soluzione alternativa su come e dove spostare l’edilizia convenzionata sul modello di quanto è stato fatto per San’Agostino nel 2013”.

Jesi in Comune ha inoltre spiegato i motivi giuridici per i quali il rilascio di un nuovo permesso sembra irregolare e quelli che consentivano e consentono un intervento dell’Amministrazione in autotutela per congelare il progetto. “Abbiamo anche pubblicato più volte – si legge nella nota –  le proposte alterative: come la delocalizzare l’intervento in altra area comunale (ce ne sono) e cambiare la tipologia costruttiva”. C’è un precedente recente, Sant’Agostino: “In quel caso il Sindaco Bacci ha bloccato il Contratto di Quartiere e buona parte dei suoi alloggi sociali – cantierizzati da Erap. Poi ha obbligato Erap ad “accettare” la variazione di convenzione, contratti e appalti, scambiando gli alloggi sociali del Chiostro con altri che mise a disposizione nel centro storico, anche variando il progetto delle ex Carceri. Le spese sostenute per progettazione da Erap sono state trasferite su chi comprerà gli alloggi realizzati nel Chiostro, ora edilizia privata. Nel frattempo si è adoperato per non perdere i fondi del contratto di quartiere, 1.7 milioni circa. Rimane il fatto che in questo Consiglio della costruzione della torre Erap non si potrà discutere”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.