Vaccini, ipotesi di obbligo per i sanitari a contatto con pazienti | Password Magazine

Vaccini, ipotesi di obbligo per i sanitari a contatto con pazienti

L'idea è di affidare mansioni diverse a chi rifiuta il vaccino.

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

É giusto che gli operatori sanitari siano obbligati al vaccino? Questa la domanda cui il governo Draghi sta cercando di dare risposta. Sul tavolo, c’è già pronta un’ipotesi: obbligo di vaccino non per tutto il personale sanitario ma solo per chi lavora a contatto con i pazienti. Secondo quanto riferito dal premier nella conferenza di ieri, sul testo stanno lavorando ben tre ministeri, Giustizia, Sanità e Lavoro, oltre alla presidenza del Consiglio dei Ministri. Per chi non volesse sottoporsi la vaccino, l’ipotesi è di un cambio di mansioni in alternativa alle sanzioni che comunque si stanno ancora definendo.

Secondo Ansa, la sospensione o forse persino il licenziamento potrebbero rientrare tra le sanzioni previste per il personale sanitario che pur essendo a contatto con i malati decide di non vaccinarsi.

Per ora si tratta comunque solo di una bozza in via di definizione.

«Il governo – ha detto il premier Draghi  – intende intervenire: non va bene che operatori sanitari non vaccinati siano a contatto con malati. La ministra Cartabia sta prendendo un provvedimento a riguardo».

Per il Ministro Speranza «quella sugli operatori sanitari non vaccinati è una norma a nostro vaglio anche se riconosciamo che l’adesione del personale sanitario è stata molto ampia».

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.