A Bruxelles per il titolo "Città Europea dello Sport 2014" | Password Magazine
Festival Pergolesi

A Bruxelles per il titolo “Città Europea dello Sport 2014”

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Le luci della ribalta internazionale si accendono su Jesi che domani pomeriggio  riceverà a Bruxelles il titolo di Città Europea dello Sport 2014. L’appuntamento è presso la sede del Parlamento Europeo, alle ore 16.30, per una cerimonia in grande stile – “Aces Europe Awards” – dove interverranno autorità di tutto il continente, con ministri, eurodeputati e amministratori delle città premiate.

A ritirare il prestigioso riconoscimento sarà il sindaco Massimo Bacci accompagnato da una delegazione composta dagli assessori Ugo Coltorti, Sergio Garofoli e Rolando Roncarelli e che schiera anche Roberto Mancini e Giovanna Trillini. Il fresco allenatore del Galatassaray, infatti, approfittando della trasferta della propria squadra nella vicina Copenaghen per la Champions, ha comunicato che raggiungerà la comitiva di Jesi per presenziare all’evento. Con lui l’olimpionica Giovanna Trillini, oggi allenatrice di Elisa Di Francisca e fedele testimone di una scuola di scherma che non ha eguali al mondo.

Al sindaco sarà consegnata la pergamena che attesta come la città di Jesi sia “un buon esempio di sport per tutti, strumento di benessere, integrazione, educazione e rispetto” e una bandiera celebrativa. “È un grande giorno per la nostra città – sottolinea Bacci – che vede riconosciuto il suo impegno nello sport grazie allo straordinario lavoro di tante società, dirigenti, tecnici che permettono a giovani e meno giovani di poter svolgere una miriade di discipline. Sono loro i veri artefici di questo titolo ed a loro va il mio ringraziamento con la promessa che sullo sport continueremo ad investire per permettere una sempre migliore attività in impianti funzionali ed efficienti”. Del resto i numeri parlano chiaro: a Jesi sono presenti circa 120 società sportive con quasi 18 mila tesserati, pari al 43,65 della popolazione, che svolgono attività su 30 impianti pubblici ed altrettanti privati. Numeri che hanno impressionato la delegazione dell’Associazione Città Europea dello Sport giunta a Jesi per verificare i requisiti rispetto alla candidatura presentata.

Ma la missione a Bruxelles non sarà solo l’occasione per ritirare l’ambito premio. In agenda anche un incontro presso il Comitato delle Regioni dell’Unione Europea dove il sindaco, insieme all’assessore allo sport avrà modo di illustrare obiettivi e strategie di Jesi e verificare quali progetti poter sviluppare per intercettare finanziamenti europei.

Comunicato da: Comune di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.