Lirica Jesi: si cercano figuranti per l'opera Falstaff di Verdi | Password Magazine
Festival Pergolesi

Lirica Jesi: si cercano figuranti per l’opera Falstaff di Verdi

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – 46esima Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi, la Fondazione Pergolesi Spontini cerca figuranti per l’opera Falstaff di Giuseppe Verdi. La selezione programmata per lunedì 11 novembre alle ore 11 alle Sale Pergolesiane. 

In occasione del nuovo allestimento del Falstaff di Giuseppe Verdi, ultimo appuntamento del cartellone della 46esima Stagione Lirica di Tradizione del Teatro Pergolesi di Jesi, la Fondazione Pergolesi Spontini ha indetto una selezione di figuranti. La selezione è programmata per lunedì 11 novembre alle ore 11 presso le Sale Pergolesiane del Teatro Pergolesi, le figure scelte dovranno fermarsi nel pomeriggio dello stesso giorno, dalle 16 alle 21 per una prova di regia.

Si cercano 4 ragazze  figuranti/ballerine che sappiano ballare, di cui tre di taglia 40/42 e una di taglia 42/44: in palcoscenico interpreteranno il ruolo delle ‘fate’ e si cercano dunque ragazze non  magrissime ma dal fisico tornito. Inoltre, si cercano 4 ragazzi di taglia media tra la 48 e la 50, capaci di stare in palcoscenico, cui affidare il ruolo di servi di scena per i cambi di scena.

“Falstaff”, ultima opera di Giuseppe Verdi, andrà in scena a Jesi occasione dei 120 anni dalla prima rappresentazione del titolo e del bicentenario della nascita del grande compositore. Venerdì 22 novembre alle ore 20.30, con replica domenica 24 novembre alle ore 16 ed anteprima giovani mercoledì 20 novembre alle ore 16, andrà in scena il nuovo allestimento della Fondazione Pergolesi Spontini in coproduzione con Ente Concerti Marialisa De Carolis di Sassari. Sul podio è il direttore d’orchestraGiampaolo Maria Bisanti; firma la regia Marco Spada, le scene sono di Benito Leonori, i costumi di Alessandro Ciammarughi, light designer è Fabio Rossi. CantanoIvan Inverardi (Sir John Falstaff), Silvia Dalla Benetta (Mrs Alice Ford), Francesco Verna (Ford), Romina Boscolo (Mrs Quickly), Barbara Bargnesi (Nannetta), Daniela Innamorati (Mrs Meg Page), Fabrizio Paesano (Fenton), Andrea Giovannini (Dott. Cajus), Roberto Jachini Virgili (Bardolfo), Carmine Monaco (Pistola).

L’opera può essere considerata il testamento di Giuseppe Verdi che, ormai ottantenne e alla fine di una carriera gloriosa, decise di scrivere un’opera comica pescando ancora una volta da un soggetto shakespeariano, da “Le allegre comari di Windsor”. L’allestimento di Jesi è ambientato nell’anno della composizione e si svolge all’interno di un teatro. Sparisce la locanda di Falstaff ed ecco i camerini di un teatro nei quali Falstaff e Quickly si preparano al loro incontro-scontro che darà vita a tutta l’azione. Allo stesso modo la scena della seduzione di Alice da parte di Falstaff in casa Ford, è ambientata in una sartoria teatrale dove, attaccati ai manichini, ci sono i costumi di foggia ottocentesca che mostrano come nell’Ottocento si interpretasse il Rinascimento e, allo stesso tempo, richiamano anche i personaggi delle opere verdiane.

Per il pubblico del “Falstaff”, la Fondazione Pergolesi Spontini propone inoltre l’incontro “Il libretto in 30 minuti”, breve guida all’ascolto gratuita presso le Sale Pergolesiane a cura di Elena Cervigni (prenotazione obbligatoria entro il 21 novembre).

La 46esima stagione lirica di Jesi, organizzata dalla Fondazione Pergolesi Spontini sotto la guida dell’Amministratore Delegato William Graziosi e del Direttore Artistico Gianni Tangucci, si avvale del sostegno del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dei Soci Fondatori (Regione Marche, Comune di Jesi, Comune di Maiolati Spontini), dei Partecipanti Aderenti (Comuni di Camerata Picena, Monsano, Montecarotto, Monte San Vito, San Marcello), del Partecipante Sostenitore (Camera di Commercio di Ancona), dei Fondatori Sostenitori (Art Venture: Gruppo Pieralisi, Leo Burnett, Moncaro, New Holland-Gruppo Fiat, Starcom Italia), con il patrocinio del Consiglio Regionale delle Marche. Sponsor principale è Banca Marche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.