Bilancio di fine anno: abbattuto il debito, si va avanti senza tagli

JESI – Con il 2015, si chiude un altro anno di mandato della Giunta Bacci. Ed è tempo di bilanci, tra risultati raggiunti e progetti futuri. Ieri, in conferenza stampa, Sindaco e Assessori hanno illustrato quanto sinora è stato fatto e quanto si farà nell’imminente 2016.

“Una gestione finanziaria puntuale, rigorosa e responsabile ha permesso l’abbattimento del debito e l’approvazione, per la prima volta, del bilancio di previsione, vale a dire lo strumento finanziario che indica entrate e spese del Comune ancor prima dell’inizio del 2016 – dice Bacci – Può sembrare un affare di poco conto invece metterà gli Uffici nelle condizioni di essere immediatamente operativi nella programmazione degli interventi da realizzare. Restano le attenzioni su edilizia scolastica, impianti sportivi ed arredo urbano nelle sue varie componenti. Mantenere un occhio sempre attento verso quell’ampia fascia sociale della popolazione che chiede la nostra attenzione – anziani, bambini, diversamente abili, famiglie in marginalità sociale ed economica – credo sia l’augurio più importante che ci possiamo reciprocamente fare per questo 2016”.

Ricostruire l’identità culturale e risvegliare nei cittadini l’orgoglio consapevole è l’obiettivo dell’assessorato alla Cultura, raggiunto secondo il vice sindaco Luca Butini secondo due vie parallele: “La prima riguarda la straordinaria tempestività nell’applicare il decreto Art Bonus che ha contribuito a promuovere la città in un panorama culturale e turistico sia regionale che nazionale – precisa Butini-  In secondo luogo, gli itinerari cittadini, il progetto A.A.A. Eroi in Città e iniziative come “AcceNdi Natale” ha favorito, a livello locale, la riscoperta di cittadini illustri e di luoghi solitamente poco frequentati”. Bene la Stagione Lirica che, grazie al cartellone integrato con Ancona, ha registrato un aumento del 22% di spettatori. Prossimo obiettivo – conclude Butini – sarà continuare a far crescere la domanda per poter poi studiare un’offerta adeguata”.

Per quanti riguarda i Servizi Sociali, l’assessore di competenza Marisa Campanelli sottolinea i risultati raggiunti in questo 2015 con l’apertura del nuovo centro per disabili Maschiamonte e della Casa delle Genti, in via Cascamificio. Nei programmi futuri, c’è sicuramente l’attivazione dell’Azzeruolo, destinato a soggetti con autismo, e la realizzazione di un centro Alzheimer che troverà spazio nei locali del ex convento delle Clarisse di via San Marco.

Per quanto riguarda i Lavori pubblici, l’assessore Mario Bucci evidenzia le opere di manutenzione di strade e piazze: nel centro storico, via Mazzini e corso Matteotti. E poi via Garibaldi, viale della Vittoria, via San Francesco e via Ugo La Malfa, dove da decenni non si effettuavano interventi. Lavori effettuati anche presso i giardini pubblici – come al Parco del Cannocchiale – e miglioramento della funzionalità dei parcheggi del vecchio ospedale e del cimitero. Continuano inoltre gli interventi di riqualifica dell’edifici scolastici: ultimati i lavori alla scuola Leopardi, al Collodi e all’Aquilone, tra i progetti futuri c’è sicuramente l’adeguamento del Lorenzini. Grazie all’avanzo di amministrazione, sono già stati predisposti una decina di nuovi interventi di riqualifica stradale e di illuminazione pubblica. Per quanto riguarda l’urbanistica, si è cercato invece di rimettere mano al PRG e di incentivare iniziative di recupero dei borghi e di edilizia sociale.

Per quanto riguarda l’assessorato alle Risorse umane, Rolando Roncarelli accenna all’iniziale situazione di esubero personale: attualmente non si possono fare più assunzioni e il numero dei dipendenti comunali, grazie anche ad avvenuti pensionamenti, è sceso da 300 a 250. Incentivate le politiche di trasparenza e partecipazione, grazie anche all’istituzionalizzazione dello Sportello Unico per le Associazioni.

Grandi risultati anche nello settore sport e ambiente, con Jesi capolfila del Contratto di Fiume e un nuovo progetto in programma di Distretto Cicloturistico della Vallesina. “Dopotutto, rafforzare il rapporto con i comuni limitrofi è una priorità di questa Giunta – afferma il sindaco Bacci – Inoltre, continueremo a batterci affinché il vecchio ospedale venga abbattuto. Gestiremo in maniera sana il Comune al fine di creare un senso di continuità anche con chi succederà a questa Amministrazione”.

E sul futuro, resta ancora senza risposta una domanda: “Bacci, si ricandiderà nel 2017?”. “Lo deciderò nei prossimi sei mesi”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*