Continuano le serate dello Jesi Jazz Festival | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Continuano le serate dello Jesi Jazz Festival

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Proseguono le serate dello Jesi Jazz festival 2015, nella suggestiva cornice del centro storico di Jesi. Non poteva darsi migliore scenario per uno dei concerti più attesi, quello del grande pianista Enrico Pieranunzi, che accompagnerà la cantante Simona Severini. L’appuntamento è stasera in Piazza delle Monachette alle 21,30, per un’esibizione che si annuncia di grandissima qualità tecnica ed esecutiva, con una parte dedicata alla rivisitazione in chiave jazz di alcuni brani del repertorio pergolesiano, in omaggio al grande compositore jesino e al territorio nel quale ebbe la sua prima formazione musicale e intellettuale. Nato a Roma nel 1949, Enrico Pieranunzi è da molti anni tra i protagonisti più noti ed apprezzati della scena jazzistica.
Pianista, compositore, arrangiatore, ha registrato più di 70 Cd spaziando dal piano solo al trio, dal duo al quintetto e collaborando, in concerto o in studio d’incisione, con Chet Baker, Lee Konitz, Paul Motian, Charlie Haden, Chris Potter, Marc Johnson, Joey Baron. Pluripremiato come miglior musicista italiano nel “Top Jazz”, annualmente indetto dalla rivista “Musica Jazz” (1989, 2003, 2008) e come miglior musicista europeo (Django d’Or, 1997).

  Simona Severini è nata a Milano nel 1986. Compie studi di musica classica e jazz. Studia chitarra classica per dieci anni. Studia canto jazz con Tiziana Ghiglioni. Debutta in concerto col maestro Giorgio Gaslini. E’ vincitrice di alcuni premi come nuovo talento emergente tra i quali il primo premio al concorso “Scrivere in jazz 2010-sezione cantanti” e il premio Zorzella 2010 dedicato ai giovani jazzisti emergenti. Ha inciso due dischi a suo nome e suonato con alcuni rinomati jazzisti italiani, Giorgio Gaslini, Enrico Pieranunzi, Gianni Cazzola, Alessandro Galati, Gabriele Mirabassi, Antonio Zambrini.

Alle 23,00, per il concerto di seconda serata, si darà spazio al grande jazz espressione dei nostri migliori talenti locali, incarnato nel trio composto da Massimo Manzi alla batteria, Emilio Marinelli al piano e Gabriele Pesaresi al contrabbasso.

Massimo Manzi è un batterista che da circa 25 anni regna incontrastato sulla scena jazzistica internazionale. L’elenco delle sue collaborazioni è lunghissimo e comprende musicisti del calibro di  Wheeler, Metheny, Woods, Fresu, Tchicai, Urbani, Rava, Rea, Farlow, Van Damme, Golson, Basso, Moriconi, Cerri, Salis, Fewell, Giammarco, Fariselli, Lama, Boltro, Mancinelli, Tavolazzi, Tracanna, Morgera, DiModugno e molti altri.

Emilio Marinelli, studia pianoforte dall’eta’ di 10 anni. Allievo al conservatorio di Ramberto Ciammarughi, per diversi anni ha frequentato il corso d’improvvisazione con  Danilo Rea, Maurizio Giammarco, Giovanni Tommaso, Fabrizio Sferra e Fabio Zeppetella. Nel 1992 fonda il gruppo Funk Sinatra, con cui effettua intensa attivita’ concertistca partecipando anche a importanti rassegne nazionali come Testaccio Village e Umbria jazz Easter. Ha collaborato con lo storico batterista Giulio Capozzo degli Area partecipando ad una piccola tourneè al fianco di Enrico Rava.

Gabriele Pesaresi si è diplomato in contrabbasso presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro e in “Jazz e musiche improvvisate del novecento” presso il conservatorio “G.B. Martini” di Bologna. Successivamente ha frequentato corsi di perfezionamento a Siena, Roma, New York e Boston con Dennis Irwin, Cameron Brown, Matt Penman, Sean Smith, Drew Gress, John Lockwood, Hal Crook. Tra le sue numerose collaborazioni si segnalano quelle con Mike Mainieri, Bob Brookmeyer, Kenny Wheeler, George Benson, John Taylor, Mike Melillo, Flavio Boltro, Ayn Inserto, Dado Moroni, Massimo Manzi, Fabrizio Bosso, Enrico Rava, Gianni Basso, Renato Sellani e altri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.