Ladri scatenati, tre furti in un’ora tra Angeli e Castelplanio

VALLESINA – Sono almeno tre i furti commessi sul territorio nella serata di giovedì, tra le 20 e le 21. Torna il terrore per i topi di appartamento, criminali senza scrupoli  capaci di impiegare  pochissimi istanti per introdursi nelle abitazioni e arraffare quanto più possono mentre i proprietari si assentano anche per soli cinque minuti.

Ad Angeli di Mergo, i ladri hanno rotto il vetro di una finestra per entrare all’interno di un’abitazione in via Giovanni Verga, a caccia di oro e denaro. Hanno atteso che la proprietaria si allontanasse per qualche istante: così, mentre la donna faceva visita alla figlia che abita al piano di sopra, i criminali ne hanno subito approfittato per introdursi all’interno e andare diritti verso le camere da letto dove hanno messo tutto a soqquadro alla ricerca di oggetti di valore. Qualche minuto dopo, rincasava il marito della signora e i ladri sono scappati, lasciando la stanza in totale confusione. Sono riusciti a rubare giusto una fede e un altro anello. Nessuno è riuscito a vedere i criminali in fuga ma, col senno di poi, la proprietaria avrebbe ricordato di aver visto un’auto bianca sospetta parcheggiata fuori dal cancello.

Un altro colpo è stato messo a segno ad Angeli di Rosora, intorno alle 21, in un’abitazione di via Marconi: mentre gli inquilini erano a cena in taverna, al piano di sopra i ladri facevano bottino.  Insospettiti dai rumori, i proprietari sono  saliti in casa e hanno trovato un disastro nelle camere da letto. I criminali avevano rovistato dappertutto e rubato gioielli, profumi e due paia di occhiali da sole per un bottino complessivo di diverse centinaia di euro. I proprietari hanno chiamato i carabinieri che ora indagano sui fatti.

Un altro furto è stato segnalato, durante la stessa sera, a Pozzetto di Castelplanio, in via degli Artigiani: a finire nel mirino dei criminali una coppia che vive al secondo piano di una palazzina. I ladri hanno atteso che anche la signora uscisse di casa per arrampicarsi ed introdursi all’interno, anche stavolta rompendo il vetro della finestra della camera da letto: qui si sono chiusi dentro per agire indisturbati. Il marito della donna, rincasando, è riuscito giusto a vedere solo le ombre che sgattaiolavano via. Indagano i carabinieri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.