Maiolati, il Comune replica al Mov 5 Stelle: "Vallesina divisa in due"

MAIOLATI –  Di fronte ad attacchi insensati da parte dei rappresentanti locali del Movimento di Grillo, l’Amministrazione comunale non può che rimarcare una serie di considerazioni.

Ci sono due Vallesine: quella per cui sta lavorando e di cui ha costruito le premesse questa Amministrazione comunale, fatta di un alto livello di servizi, qualità della vita e strutture a beneficio della comunità, e quella che invece non vogliono i rappresentanti del Movimento 5 Stelle.

Il M5S di Maiolati Spontini scrive che noi amministratori non abbiamo “la professionalità necessaria”. Dicono di aver “presentato proprio un anno fa un’esperienza in cui grazie al riciclo dei rifiuti, si sono triplicati i posti di lavoro”, mentre noi non abbiamo pensato “ad uno straccio di progetto alternativo al sotterramento dei rifiuti”. Loro, al contrario di noi, sarebbero “un gruppo di persone che vuole la legalità” e la trasparenza. Se conoscono le leggi e sono trasparenti, come sostengono, perché non propongono loro un progetto, compatibile con la normativa vigente, di riconversione Sogenus, per salvaguardare i posti di lavoro? Perché non dicono che la gestione del ciclo dei rifiuti è compito dell’ATA (Assemblea Territoriale d’Ambito fra i Comuni della Provincia di Ancona) e non più del singolo Comune? Perché non dicono che la Sogenus è una società a totale capitale pubblico, partecipata dagli enti locali proprietari, che può lavorare solo per i soci e svolgere i servizi che gli sono affidati direttamente, che è una società che non può partecipare a gare d’appalto e svolgere altri servizi!? Perché non parlano mai dei 39 dipendenti Sogenus che resterebbero senza più lavoro? Ebbene, viene da chiedersi se il loro obiettivo non sia quello di cancellare il benessere di questa comunità: lavoro, servizi sociali, servizi agli anziani, servizi educativi, culturali e sportivi, sostegno all’associazionismo e investimenti per il futuro dei nostri figli. Questi sono sempre stati i nostri obiettivi. Questa è la Vallesina che vogliamo e che, visti gli interventi, loro – a quanto pare – non vogliono.

Scendano dalle Stelle, presentino i loro progetti alternativi, corredati di parere legale di fattibilità e diano finalmente prova che sanno costruire e non solo distruggere o promettere cose che sanno benissimo non essere realizzabili”.

Un altro appunto dell’Amministrazione è sul metodo dei 5 Stelle, che “quando citano relazioni e rapporti dovrebbero avere la correttezza di farlo per intero, non evidenziando frasi incomplete o estrapolando pezzi, al solo scopo di creare allarmi ingiustificati”.

Comunicato da: Comune di Maiolati Spontini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*