Banner Aprile IH Victoria

Vendita terreni Arcafelice decisa nel 2006

JESI – Sarebbe stato  il Pd –  e non l’attuale Amministrazione -ad aver deciso nel 2006, in Consiglio comunale, la costituzione di ProgettoJesi quale società del Comune per vendere beni immobili. Ed è stato il Pd – e non l’attuale Amministrazione – che ha votato in Consiglio Comunale di inserire i terreni ora venduti nel piano di alienazioni di ProgettoJesi.

Sono le parole di replica dell’Amministrazione comunale rivolte al 3° Circolo del Pd che nei giorni scorsi avrebbe pubblicamente espresso la propria “amarezza per la chiusura di Arcafelice, un’azienda agricola che ha avuto un innegabile valore aggiunto per Jesi e la Vallesina”.

“Più che contro questa Amministrazione Comunale le dichiarazioni rese dal segretario del 3° Circolo del Pd sulla vendita dei terreni di ProgettoJesi, utilizzati temporaneamente da ArcaFelice, sembrano dirette proprio contro il suo stesso partito”  fa sapere il Comune di Jesi.

“Lo stesso Pd si era ormai reso perfettamente conto che ArcaFelice era diventata tutt’altro che un valore aggiunto come il segretario del 3° Circolo invece ritiene, votando in Consiglio Comunale per lunghi anni, a spese dei contribuenti, il ripianamento delle passività di questa società – incalza la voce del Comune – Lo stesso Pd sa bene che ArcaFelice non c’entra nulla con la fattoria didattica che è gestita da una società privata (perfettamente attiva oggi in altra sede) e sa altresì bene che la carne biologica per le mense è possibile reperirla sul mercato con tutte le certificazioni del caso ed a costi decisamente migliori. Non solo: è il Pd a livello nazionale – ed ora con la guida Renzi in maniera ancor più marcata – che stando al Governo ha imposto ai Comuni di dismettere le proprie società partecipate che svolgono attività non strategica, come evidentemente è ArcaFelice. Dunque, se proprio non è d’accordo con il suo partito, il segretario del Circolo Pd ne tragga le conclusioni, ma non se la prenda con questa Amministrazione Comunale. Alla quale, per altro, può invece fornire un prezioso contributo: dal momento che per stimare i prezzi dei terreni ProgettoJesi si è avvalsa di una spin-off della Facoltà di Agraria dell’Università di Bologna e tali stime sono da lui messe in discussione, saremmo ben lieti di confrontarci con gli esperti che lui avrà certamente contattato prima di avventurarsi in simili dichiarazioni per capire se ProgettoJesi si è avvalsa di tecnici preparati o meno”.

 

Comunicato da: Comune di Jesi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.