A Jesi, il cuore pulsante del Tibet attraverso le opere di Moschini | Password Magazine

A Jesi, il cuore pulsante del Tibet attraverso le opere di Moschini

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI  – L’ape turchese, ovvero “il cuore pulsante del Tibet”, è l’emozionante argomento pittorico che l’artista, Roberto Moschini, espone al Palazzo Bisaccioni, ospite della Fondazione della Cassa di Risparmio di Jesi, fino a domenica 30 ottobre 2016, tutti i giorni dalle 9.30 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 19.30. Inaugurata alla Sala Convegni il 15 ottobre con una vastissima affluenza di pubblico del luogo e proveniente da altre città, calamitato sia dal tema che dalla conoscenza dell’autore che vive a Fabriano. L’evento è stato magistralmente esposto dal professor Armando Ginesi che ne ha curato la presentazione in catalogo con una preziosa sintesi e mediazione del linguaggio pittorico dell’autore intriso di Buddhismo Tantrico, nella stesura delle sue opere. In questa sede espositiva, le opere eseguite ad acquerello su fogli di carta a mano e su tele, rivestono di emozioni e freschezza l’ambiente anche e perché “l’ape turchese” altro non è che il VI Dalai-Lama che visse agli inizi del settecento in Tibet e che fu ucciso a 23 anni. Pertanto questo eccentrico personaggio che è stato capace di scrivere dei canti (laici) così vicino ai giovani, riesce a parlare, oggi come ieri, perché l’amore non può morire, così come la transitorietà.

In un canto, scrive:

“Se un essere non pensa alla transitorietà e alla morte, anche se eccezionalmente intelligente in un certo senso è come uno scemo”.

E in un altro:

“Benché abbia familiarizzato col suo tenero corpo non sono in grado di scoprire il suo cuore.

Eppure tracciando delle linee sulla sabbia ho potuto calcolare con esattezza lo spazio tra le stelle nei cieli”.

 

L’emozione dei canti, a livello visivo si ritrovano riflessi tra la rugiada e i ghiacciai con la presenza dei monaci e soprattutto dell’intimità dei giovani, nei loro preziosi spazi in cui la fusione dei corpi è superiore alla fusione dei gioielli che indossano.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.