Arriva il Re Carnevale: ecco dove festeggiare | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Arriva il Re Carnevale: ecco dove festeggiare

Puntuale come ogni anno arriva il Re Carnevale, la festa più pazza e colorata che ci sia, dove ogni scherzo vale.

I festeggiamenti si tengono l’8 Febbraio, Giovedì Grasso, Domenica 11 e il 13 Febbraio, Martedì Grasso.
L’arrivo del Carnevale coincide con il periodo che precede la Quaresima. Subito dopo il Martedì Grasso, da sempre l’occasione giusta per gustare i dolci tipici carnescialeschi, come le chiacchiere o frappe, le zeppole, le castagnole e la cicerchiata, arriva “il mercoledì delle ceneri” in cui nella tradizione cattolica si rispetta la vigilia e ci si priva della carne.

Il Carnevale è una delle ricorrenze più diffuse al mondo e in Italia vanta eventi ormai secolari come il Carnevale di Venezia, quello di Viareggio, Cento e Putignano, solo per citarne alcuni.

È iniziato in grande spolvero l’ultima Domenica di Gennaio lo storico Carnevale di Fano, il più antico d’Italia dopo quello veneziano.
Fino all’11 Febbraio, sono tre le principali caratteristiche del carnevale fanese: la prima è sicuramente la grande arte dei mastri carristi nel realizzare carri allegorici che sono dei veri e propri capolavori. Costruiti con cartapesta e gommapiuma, i carri raffigurano personaggi di storie, fumetti ma soprattutto della politica e possono raggiungere fino ai 16 metri di altezza. La seconda caratteristica della festa popolare di Fano è il Pupo, la maschera tipica dell’evento. Dal 1951 costituisce la caricatura del personaggio più in vista del momento. Senza dubbio, però, è il Getto ad attrarre maggiormente curiosi e turisti. A Fano, infatti, durante il secondo giro dei carri allegorici, è tradizione lanciare verso la folla quintali di dolciumi di ogni tipologia e raccoglierli con l’apposito e sicuro “prendigetto”.

Grande partecipazione di pubblico anche per il Carnevale di Macerata. Domenica 11 Febbraio, oltre alla tradizionale sfilata dei carri allegorici nei Giardini Diaz, a Macerata tornano anche gli Infioratori. Gli artisti dell’Infiorata per il Corpus Domini, in occasione del Carnevale realizzeranno quadri a tema carnevalesco lungo il percorso dei carri. Il Carnevale maceratese ospita anche i musicanti della Pasquella, il canto tradizionale dell’Epifania. Ogni anno l’evento di Macerata vede la partecipazione di una madrina d’eccezione, volto noto del mondo dello spettacolo. Negli ultimi anni, alcune delle madrine della festa sono state Anna Falchi, Maria Grazia Cucinotta, Barbara Capponi e Veronica Maya. Chi sarà quest’anno la fortunata?

Quello di Ancona è noto come El Carnevalo’. Il 17 e il 18 Febbraio, tradizionalmente il primo weekend di Quaresima, un corteo di maschere provenienti da tutta Italia sfila lungo le vie del capoluogo. La maschera tipica di questa manifestazione è il Mosciolino, derivante dalla cozza tipica di Ancona ovvero il mosciolo. Ma ci sono anche altre due maschere che contraddistinguono il carnevale anconitano: Burlandoto e Papagnoco. Ospite d’onore dell’edizione 2018 sarà Cristina D’Avena.

Domenica 11 Febbraio c’è grande attesa anche per il Gran Carnevale di Chiaravalle. Giunto alla sua 37esima edizione, l’evento carnevalesco chiaravallese vede divertenti carri allegorici e gruppi mascherati sfilare lungo le strade del centro, all’insegna della musica e di tanta allegria per grandi e bambini.

A Jesi torna Jesi si Maschera, la rassegna carnevalesca che dall’8 al 13 febbraio animerà le vie e alcuni palazzi storici della città di Federico II. Da non perdere la mostra dei costumi di Carnevale di Giusi Bellagamba. Il tradizionale corteo in maschera non sarà l’unica attrazione in programma: bancarelle e Luna Park in Piazza della Repubblica saranno momento di svago e divertimento per grandi e piccini.

Per chi vuole stare al caldo, un Carnevale indoor per famiglie a Pianello Vallesina.  Martedì 13 Febbraio, la Sala Polivalente ospiterà il Gran Carnevale dei Bambini con baby dance, truccabimbi, giochi e divertimenti vari. Come vuole ogni festa di Carnevale che si rispetti, ci saranno premiazioni per le maschere più particolari e per il dolce più goloso fatto con il cuore dalle mamme partecipanti.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.