Elisa di Francisca al Vinitaly, Verdicchio cresce il doppio | | Password Magazine
Banner Aprile IH Victoria

Elisa di Francisca al Vinitaly, Verdicchio cresce il doppio

VINITALY – Cresce più del doppio della media italiana l’export del Verdicchio, il bianco autoctono marchigiano. Lo rileva un’indagine realizzata da Nomisma – Wine Monitor per l’Istituto Marchigiano di Tutela Vini (IMT) e presentata oggi a Vinitaly nello stand della Regione Marche. Nel 2014 le esportazioni del bianco fermo più premiato dalle guide italiane hanno infatti registrato una crescita sul 2013 del 2,9%, contro un +1,4% della media nazionale, mentre sono stabili le vendite sul mercato interno. Nel complesso, gli autoctoni di Matelica e Jesi hanno realizzato lo scorso anno un fatturato dell’imbottigliato di oltre 37,5mln di euro, con il 52% (19,5mln di euro) del valore proveniente dal mercato interno e il 48% (18mln) riservato all’export, con Stati Uniti (22%), Belgio e Olanda (20%), Germania (17%), sul podio, seguiti da Regno Unito (8%) e Cina (6%). Secondo l’indagine svolta dal responsabile Wine Monitor di Nomisma, Denis Pantini, sugli associati IMT (16 denominazioni) – il principale consorzio vinicolo regionale che somma l’82,1% delle esportazioni regionali – il Verdicchio rappresenta oltre la metà del loro fatturato.

A VINITALY IL PAPILLON “AUTOCTONO” CON L’HASHTAG #WINEMARCHE.

 Le Marche sono sempre più social e per promuovere #winemarche, l’hashtag ufficiale della regione, quest’anno è stato scelto come “divertissement” il papillon di alluminio anodizzato. Una modalità rigorosamente “autoctona”, per promuovere le 112 aziende che fino a mercoledì animano la 49ª edizione di Vinitaly, il Salone internazionale dei vini e dei distillati.

Il giovane designer che le ha realizzati, Diego Guidi, vive a Borgo Massano, comune di Montecalvo in Foglia (Pesaro Urbino), dove ha aperto uno studio professionale dopo la Laurea nel Dipartimento di San Marino dello Iuav di Venezia. “L’album invio anodizzato è prodotto a Fano, la pelle è lavorata a Pesaro, mentre l’elastico è cucito a mano nell’entroterra Urbinate”, precisa Guidi. Il papillon è personalizzabile al 100% e a Vinitaly si possono trovare i modelli ideati per Vinitaly, oltre naturalmente al farfallino very social #winemarche.

Ad indossarlo, anche Elisa di Francisca che,  al fianco di Neri Marcorè, domenica scorsa, ha preso parte a “Vino & giovani e…hamburger” , l’easy lunch firmato Errico Recanati per presentare l’indagine nazionale “Vino & giovani” dell’Università Politecnica delle Marche.

La Regione Marche si trova al PAD. 7 – STAND C 6/7/8/9

Hashtag ufficiale della Regione Marche al Vinitaly: #winemarche

Le Doc Marche: Bianchello del Metauro, Colli Maceratesi, Colli Pesaresi, Esino, Falerio, I Terreni di Sanseverino, Lacrima di Morro d’Alba, Pergola, Rosso Conero, Rosso Piceno, San Ginesio, Serrapetrona, Terre di Offida, Verdicchio dei Castelli di Jesi, Verdicchio di Matelica

Le Docg Marche: Conero, Offida, Vernaccia di Serrapetrona, Castelli di Jesi Verdicchio Riserva, Verdicchio di Matelica Riserva.

 

Per contatto: U.S. Regione Marche al Vinitaly

Ilaria Koeppen 334.3486392 koeppen@agenziaintercom.it

Matteo Bernardelli 338.5071198 matteobernardelli1975@gmail.com

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.