Hemingway Theatre, teatro in piazza con Rocco Papaleo e Massimiliano Bruno

JESI – Torna per il terzo anno consecutivo la fortunata rassegna di teatro comico e di cabaret “Hemingway Theatre”, nata da un’idea di Davide Zannotti dell’Hemingway Café con la supervisione artistica di Massimiliano Bruno, attore di cinema, teatro e televisione, regista cinematografico di grande successo nonché docente di teatro e recitazione al Centro di Alta Formazione Teatrale di Roma.

La rassegna, organizzata e promossa dall’Associazione Magazzino d’Arte e dalla Fondazione Pergolesi Spontini, con il sostegno e la collaborazione del Comune di Jesi, partirà mercoledì 24 Agosto e nei primi tre giorni, dal 24 al 26 Agosto, avrà come protagonisti sul palco dell’Hemingway Café, in piazza delle Monnighette, alcuni tra i migliori attori usciti dai corsi di alta formazione dell’accademia romana nonché il noto attore lucano Rocco Papaleo.

“Un’iniziativa che, alla terza edizione, prosegue con continuità, grazie alla sinergia tra pubblico e privato –  spiega il Consigliere comunale delegato al Turismo Giancarlo Catani – Iniziative del genere andrebbero duplicate e aumentate, durante tutto l’anno e non solo nel periodo estivo, di modo da creare flussi turistici costanti per tutte le stagioni”.

Intanto la Fondazione Pergolesi Spontini, partner dell’Hemingway Theatre, è pronta a lanciare il calendario del Festival Pergolesi Spontini, ormai alle porte: “Dispiace ritrovare sulla stampa locale episodi di cronaca legati magari al degrado, alla prostituzione o al fenomeno delle “case chiuse”, tanto per citarne alcuni, mentre gli altri Comuni si vantano sulle stesse pagine di eventi culturali e nomi prestigiosi. Non è questa l’immagine che vorrei per la città – polemizza l’Amministratore delegato della Fondazione Pergolesi Spontini William Graziosi – Con piacere abbiamo inserito l’Hemingway Theatre nel nostro calendario, quasi ad anteprima del prossimo Festival “Vento di Soave”, ispirato alla figura di Federico II e che partirà 1° settembre: lo stesso Rocco Papaleo proviene dalla Basilicata, territorio anch’esso segnato dalle vicende storiche dell’ Imperatore svevo”.

Saranno quattro le serate in programma: tutti gli spettacoli avranno inizio alle 21,45 e saranno a ingresso libero.

“Con Massimiliano Bruno abbiamo lavorato a questa rassegna per renderla ancora più prestigiosa, grazie anche al supporto della Fondazione e del Comune che ci hanno dato una mano importante –  fa sapere Davide Zannotti – Ci aspettiamo che il pubblico risponda bene e che venga numeroso: per questo è stata scelta la formula del teatro in piazza e ad ingresso libero”.

Nel primo spettacolo di mercoledì 24, dal titolo “Interno notte”, con Daniele Coscarella e Adriano Russo, il protagonista, soprannominato Lupo dagli amici, affetto da insonnia e in preda a ansie notturne, ripercorrerà la giornata appena trascorsa, zeppa di eventi tragicomici, grotteschi ed esilaranti, in compagnia del suo vicino di appartamento, un musicista separato che lavora di notte per trovare l’ispirazione.

Nel secondo spettacolo, in programma giovedì 25 e intitolato “Monolocale”, un gruppo di attori, ovvero ancora Daniele Coscarella e Adriano Russo, Dario Eros Tacconelli, Micol Pavoncello, Andrea Panichi, Rosario Petix e Salvatore  Lanza, si incontrano nel salotto di un monolocale per provare nuovi pezzi, monologhi, sketch comici alla presenza del pubblico, che assisterà alle prove della messa in scena di una sorta di pastiche fatto di idee per un nuovo spettacolo, di incontri, di riflessioni corali sul teatro e sul mestiere dell’attore.

Ancora gli attori dell’accademia di Massimiliano Bruno saranno i protagonisti del terzo spettacolo della rassegna, in programma venerdì 26 alle 21,45. Per la regia di Micol Pavoncello andrà in scena “Il colpo…doveva essere una rapina”, con la stessa Micol Pavoncello,  Dario Eros Tacconelli,  Rosario Petix, Salvatore  Lanza e Andrea Panichi. Un atto unico nel quale prende forma il piano strampalato di un onesto imprenditore ridotto sul lastrico dalla crisi e che, per  rifarsi una vita fuori dall’Italia, compie un gesto estremo: una rapina alle poste insieme a un amico di vecchia data incontrato per caso una sera in un bar, anch’egli in forte difficoltà economica. La vicenda dei due rapinatori improvvisati si trasformerà presto in un grottesco e divertentissimo scambio delle parti con i dipendenti dell’ufficio postale, apparentemente vittime dei due improbabili criminali, in una vertigine di colpi di scena che condurranno il pubblico fino all’impensabile e sorprendente finale.

Finale a sorpresa anche per la rassegna, che si chiuderà sabato 27 agosto con un appuntamento imperdibile: lo spettacolo sul palco di dell’attore e regista Rocco Papaleo che, accompagnato dai musicisti della sua band darà vita, insieme a Massimiliano Bruno, a una trascinante performance di teatro, cabaret e musica intitolata “Blues”.

A cura di Chiara Cascio

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*