Il Circolo cittadino al centro di un progetto degli studenti del 'Da Vinci' con Fai | Password Magazine

Festival Pergolesi

Il Circolo cittadino al centro di un progetto degli studenti del ‘Da Vinci’ con Fai

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Un gruppo di ragazzi del Liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” ha avviato un percorso di PCTO (Percorso per le Competenze Trasversali e l’Orientamento) con il FAI sul Circolo Cittadino di Jesi. Del progetto si sono occupati insieme agli studenti i docenti Fabrizia Cavalletti, Emanuela Candido, Francesca Miglietta, supportati dai colleghi Giovanni Angelelli e Luciana Zenobi e dai volontari della delegazione FAI, arch. Marta Amata, arch. Augusta Vecchi.
Un ringraziamento va anche alla prof.ssa Annalisa Filonzi, autrice del libro Circolo cittadino di Jesi.

130 anni di storia nella città, da cui gli alunni hanno estrapolato la maggior parte delle notizie.
La sede del Circolo Cittadino si trova oggi a Jesi in via XX Settembre n. 2, nei pressi della via Mura Orientali. La prestigiosa struttura è articolata su quattro piani a cui si aggiungono, nella sottostante via del Molino, il parco e gli impianti sportivi annessi.
Il Circolo Cittadino fu fondato il 24 dicembre 1876 da un gruppo di cittadini jesini, professionisti e nobili, che crearono La Società di Lettura e Conversazione. Nel corso degli anni si sono avvicendati numerosi presidenti che hanno contribuito alla sua trasformazione, facendo diventare l’associazione un Ente Morale; di particolare rilievo la figura del presidente cav. Mariano Agostinelli, che fece realizzare negli anni ’50 l’attuale sede dell’edificio, progettata dall’ingegnere Dagoberto Ortensi.
Il Circolo si è sempre occupato di numerose attività sportive, culturali e ricreative e nella sua compagnia filodrammatica recitò anche una giovanissima Valeria Moriconi.
Numerosi eventi mondani, culturali e musicali furono organizzati nel Salone degli Specchi e nella Sala del Lampadario, cui parteciparono ospiti illustri, come nel 1967 l’allora presidente della Repubblica Saragat. In anni più recenti il Circolo si è trasformato in una struttura aperta, con spazi sportivi e ricreativi curati in modo da stimolare lo scambio intergenerazionale, il benessere della persona e l’impegno culturale.
L’edificio rappresenta un interessante esempio di architettura razionalista e l’ingresso è coronato da un bassorilievo in ceramica, realizzato da Giovanna Fiorenzi e rappresentante l’arte, la cultura, lo sport e l’assistenza al prossimo, ovvero lo spirito del Circolo stesso. Gli interni hanno mantenuto pregevoli arredi originali.
Nelle Giornate del Fai di Primavera 2022 (sabato 26 e domenica 27 marzo) i visitatori saranno accompagnati dagli studenti apprendisti Ciceroni del Liceo e saranno condotti negli ambienti solitamente accessibili ai soci. Durante il percorso nelle principali sale (Salone del Lampadario, Sala del Biliardo, Sala della Biblioteca, il terrazzo del Ristorantino ecc.) verrà descritta la storia di questo circolo, dalla sua fondazione ai tempi attuali, con curiosità e aneddoti da svelare.
L’appuntamento è  quindi sabato e domenica prossima, il mattino dalle 10 alle 13 e il pomeriggio dalle 14 alle 18 (turni di visita ogni 30 minuti, gruppi di massimo 20 persone, in base alle normative anti-Covid vigenti). Non è necessaria la prenotazione.

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.