Maiolati Spontini, Percorso Civico sulle dimissioni del vice sindaco Pastori - Password Magazine

Festival Pergolesi

Maiolati Spontini, Percorso Civico sulle dimissioni del vice sindaco Pastori

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

MAIOLATI SPONTINI- Non si placano le polemiche a seguito delle dimissioni dell’ormai ex Vice Sindaco di Maiolati Spontini Mario Pastori. Tale atto è stato bollato come concordato da tempo e frutto di un accordo di inizio legislatura dall’amministrazione Consoli, ma questo non ha evitato l’innescarsi di contestazioni e richieste di chiarimento da parte dell’opposizione. Interviene in merito Percorso Civico con le consigliere Irene Bini e Silvia Badiali che così commentano la vicenda:

«Dopo l’abbandono a sei mesi dall’insediamento dell’ Assessora Carè, lascia anche un altro big della giunta, il Vice Sindaco Mario Pastori che giovedì ha rassegnato le proprie dimissioni – si legge in post su Facebook -.

Proprio in occasione del consiglio di giovedì sera, ci saremo aspettati tra le comunicazioni istituzionali di sentire dal Sindaco aggiornamenti in merito, cosa che però non è avvenuta.” Da qui l’attacco diretto al Sindaco, colpevole a detta del gruppo di minoranza di aver comunicato le dimissioni solo dopo specifica domanda da parte dell’opposizione.

«Consoli con candida innocenza ha fatto finta di niente e solo rispondendo a nostra precisa domanda, prima della chiusura dei lavori, ha confermato a mezza bocca la notizia ormai di dominio pubblico.

Quindi non si capisce proprio come in un comunicato ufficiale l’Amministrazione possa dichiarare il falso affermando che: ‘Il consiglio comunale si è aperto con l’annuncio da parte del Sindaco delle dimissioni del Vice Pastori’».

Percorso civico definisce l’accaduto come «un fatto gravissimo che mina la fiducia dei cittadini nella comunicazione istituzionale, e che non lasceremo cadere nel vuoto».

Percorso civico esprime, inoltre, anche dubbi in merito alla veridicità della presenza di accordi nella maggioranza sulle dimissioni di Pastori

«Leggiamo poi di dimissioni previste negli accordi, ma evidentemente il tempismo della scelta li ha colti tutti di sorpresa, tanto che se fosse stato sereno e concordato come da loro affermato, ieri avrebbero presentato anche il sostituto/a, magari alla presenza dello stesso Pastori che con l’occasione si sarebbe potuto congedare ufficialmente dal consiglio.

Ma così non è stato, segno di un evidente malessere covato da tempo.

Diciamo che per come è andata, le dimissioni sono arrivate sul tavolo di Consoli come un fulmine a ciel sereno, altro che tutto previsto».

Pastori, funzionario regionale in pensione ed amministratore del comune di Maiolati dagli anni 80 ed è sempre stato un esponente di rilievo del Capoluogo. Una sua uscita ora preoccupa Percorso Civico perché significa potrebbe comportare, a parere del gruppo di minoranza, una minore attenzione alle esigenze del territorio stesso.

«Volendo comunque andare oltre le storture di questa traballante maggioranza, con l’uscita del Vice Sindaco Pastori vengono meno le istanze di rappresentanza del capoluogo e certamente una presenza costante in Comune.

Possiamo solo immaginare le motivazioni che l’hanno portato alla decisione, già in altre occasioni era emerso da parte sua un certo nervosismo e una netta distanza dalle decisioni prese dal Sindaco: dallo spostamento dell’anagrafe, alla contestata gestione della Casa di riposo di Maiolati, solo per citarne alcune».

Bini e Badiali poi tornano sulle controversie che hanno coinvolto anche altri organi nominati dal sindaco Consoli. «Con rapida carrellata vogliamo evidenziare come tutte queste persone nominate, negli anni, in vari ruoli dal Sindaco Consoli abbiano rispedito al mittente il mandato ricevuto: dall’ assessora Carè, al Presidente di Commissione Spugni, dai due membri del CDA della Casa di Riposo, al Vice Sindaco Pastori. Non molto tempo fa ad ulteriore conferma che il clima nella maggioranza non deve essere dei migliori, è arrivata anche la costituzione del Gruppo Consiliare Lega che ha voluto sganciarsi dalla Lista Insieme per i Cittadini».

Infine la conclusione del lungo commento dell’ opposizione che si dice preoccupata in particolar modo per le conseguenze che le dimissioni di Pastori potrebbero avere su alcune opere che hanno preso forma sotto l’assessorato di Pastori, il cui iter è avviato ma che devono ancora giungere a compimento.

«Oggi, ancor più di ieri, i cittadini di Maiolati Spontini si trovano rappresentati da una giunta dimezzata e da una maggioranza sempre più isolata e autoreferenziale. Quello che vogliamo segnalare infine è il forte rischio che i progetti in itinere come il Pinqua e gli interventi per la prevenzione del dissesto idrogeologico, avviati sotto la supervisione di Mario Pastori con delega ai lavori pubblici, possano risentire di questo addio che arriva in un momento delicatissimo per il loro sperato buon esito».

Il post si conclude con la retorica domanda delle consigliere di centrosinistra che si domandano:

«E ora Sindaco … Che fare?»

Banner-Montecappone
Montecappone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.