Palio di San Floriano, programma e novità della XIX edizione | Password Magazine
Festival Pergolesi

Palio di San Floriano, programma e novità della XIX edizione

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

JESI – Palio di San Floriano ai blocchi di partenza. Anteprima il 3 e il 4 maggio e quattro giornate di manifestazione, dall’8 al 11, per un tuffo nella Jesi del Duecento, accompagnati dai Gruppi storici dell’associazione Ente Palio: Arcieri, Armati, Tamburini, Sbandieratori, Figuranti e, novità 2014,  il Gruppo Ballo medievale, scenderanno di nuovo in piazza animando le vie del centro storico.

Tantissime le novità di questa edizione, ad un anno dal primo ventennale. Dopo la ripresa del pallio, il 27 aprile scorso a Castelplanio, si inizia con il “Palio dei Bambini”, il 3 maggio, a partire dalle ore 15.30, con la  “caccia al tesoro” per le vie del centro  storico, evento dedicato ai più piccoli in collaborazione con il Telefono Azzurro di Jesi e Centro Sportivo Italiano, e l’esibizione della “junior band” della banda musicale “G.B. Pergolesi” di Jesi. Il 4 maggio, appuntamento con la tradizionale “Scampanada de San Fiorà”, iniziativa che, promossa da Ente Palio San Floriano per il secondo anno consecutivo, coinvolgerà i bambini delle classi prime di Jesi, invitati a partecipare con le campanelle in ceramica da loro decorate. Alle ore 17.15, i Tamburini junior dell’Ente Palio annunceranno con la loro prima esibizione pubblica l’apertura dei giochi medievali dei bambini che saranno divisi in squadre, in base ai quartieri.

Il Palio ufficiale avrà inizio l’8 maggio con l’annuncio ufficiale dell’araldo e il convegno storico “Jesi e la Marca nel ‘300” organizzato dal Comitato storico scientifico dell’Ente Palio e la partecipazione dei docenti dell’Università di Macerata, presso gli spazi della Chiesa di San Nicolò, ore 18.00.

Venerdì 9 maggio, apertura delle taverne e il via ufficiale alla sfida tra taverne con il “Concorso del Piatto Tipico Medievale”.  Anche quest’anno, come in passato, si vuole premiare l’impegno nel ricomporre ambienti e pietanze e, pertanto, in collaborazione con l’istituto alberghiero “Panzini” di Senigallia, è stata composta una Giuria che visiterà e valuterà le Taverne sulla base di criteri specifici. In proposito, ogni Taverna dovrà scegliere un piatto da presentare, puntando su una pietanza oppure su un dolce e su un Piatto per Ragazzi, detto “Fanciullicus”.

La serata proseguirà, a partire dalle ore 21.30 in Piazza Colocci,  con la gara degli arcieri e la sfida tra Quartieri, valevole per l’assegnazione del Palio dei Quartieri, altra novità di questa edizione 2014. Alle ore 22.45, musica medievale da guerra con il gruppo “Futhark”.

Novità assoluta di questa XIX edizione del Palio, durante il corteo storico di sabato 10 maggio, la partecipazione del “Torneo dei Rioni” di Oria (BR), città federiciana con cui Ente Palio vanta un legame di collaborazione e amicizia: “Con la Città che ha dato i natali a Federico II sono state realizzate in passato straordinarie iniziative che hanno dato grandi soddisfazioni ad entrambe le  comunità – fanno sapere i vertici del “Torneo dei Rioni” – Basti ricordare la lotteria nazionale Oria-Jesi – Palermo del 2001! Con grande gioia ritorniamo a Jesi!”.

Oltre a conoscere e ad ammirare i Gruppi ospiti, il sabato è anche la giornata dedicata alla parata dei Sindaci e della Santa Messa, celebrata dal Vescovo Don Gerardo Rocconi, alle ore 18.30 all’interno della cattedrale, a conclusione del corteo pomeridiano che attraverserà Piazza Federico II, allestita dalla mostra-mercato medievale per tutto il week end.

La serata si concluderà dopo spettacoli ed esibizioni dei Gruppi ospiti, corteo notturno, il bis dei “Futhark” e la competizione arcieristica tra Comuni per la contesa del Palio, in piazza Colocci a partire dalle 21.50.

Domenica 11, alle ore 9.00, apertura del concorso di pittura estemporanea dell’associazione “Giù pe’ Sant’Anna, nella Chiesa di Palazzo Merighi, il cui vincitore sarà premiato in piazza Federico II, alle ore 18.30.  A  partire dalle ore 9.30, nei giardini Sacco e Vanzetti, si svolgerà il V Trofeo “Don Mario Bagnacavalli”, gara di tiro con l’arco a cura degli Arcieri dell’Ente Palio San Floriano. Domenica, taverne aperte anche a pranzo. Spettacoli, esibizioni, cortei storici animeranno tutte le piazze del centro. Ai microfoni, ad introdurre gli spettatori nel vivo della festa, gli speaker Catiuscia Ceccarelli e Giancarlo Esposto. La manifestazione sarà  seguita in diretta da RVE.

Le mostre da non perdere: venerdì, presso la Chiesa di San Nicolò, apertura della mostra “Giochi medievali, scriptorium, telai e armi” a cura degli Arcieri Medievali di Aesis Milites del Contado.

Dal venerdì a domenica, dalle ore 18.00, mostrafotografica a cura del Circolo Ferretti di Jesi sotto il loggiato a piano terra del Palazzo della Signoria. Resterà aperto al pubblico anche il Museo Delle Arti e della Stampa mentre, domenica, sarà possibile visitare dalle ore 16.30 alle ore 18.00 gli scavi sotterranei della Chiesa di San Pietro, grazie ad Archeoclub Jesi.

Finale con il botto. A piazza Baccio Pontelli, dopo le premiazioni, l’estrazione della lotteria del Palio – il cui ricavato sarà destinato quest’anno all’associazione IOM –  e la consegna del pallio al Comune vincitore, intorno alle 23.30, i fuochi d’artificio chiuderanno questa XIX edizione.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.