Ex ospedale, la demolizione a primavera

JESI –  Sarà demolito la prossima primavera l’ex ospedale di viale della Vittoria. Slittano di nuovo le operazioni di abbattimento che sarebbero dovute iniziare il mese scorso, come precedentemente annunciato. Si sono conclusi durante l’estate i lavori di rimozione dell’amianto che ha interessato parti della pavimentazione in pvc, della tettoia nonché lo smantellamento della coibentazione dell’impianto idrico antincendio.  Uno passaggio necessario al fine di dare successivamente corso alle operazioni di demolizione della porzione del vecchio nosocomio, abbandonato dal 2013, per un costo complessivo di circa 800 mila euro.

Per l’abbattimento bisognerà attendere marzo 2019: «C’è l’ impegno preso dal Direttore generale dell’Asur di portare a termine la procedura amministrativa e di demolizione entro gli inizi della prossima primavera – fa sapere il sindaco di Jesi Massimo Bacci – Sono accordi presi per iscritto qui al Comune di Jesi e che confido vengano rispettati».

Una volta abbattuto, si potrà procedere invece alla bonifica dell’area che fungerà da snodo tra viale della Vittoria e il centro storico. Per quanto riguarda il “Fatebenefratelli”, ossia la parte settecentesca del complesso che si affaccia su Corso Matteotti e che non sarà abbattuta, era nata invece l’ipotesi di compiere interventi di recupero conservativo con l’intento di utilizzare l’edificio per ospitare il Liceo Artistico “Mannucci”. Resta in sospeso la questione della palazzina dell’ex laboratorio analisi che potrebbe essere demolita in quanto non ci sarebbero risorse al momento per la sua riqualificazione. Dovrebbe invece trasferirsi da via Vittorio Veneto alla palazzina compresa tra l’ex laboratorio analisi e Corso Matteotti il Sert: nell’edificio, di proprietà dell’Asur, sono già stati eseguiti interventi di manutenzione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*