Pullman degli Onesti, sale a bordo anche il Comune di Castelbellino | | Password Magazine
Festival Pergolesi

Pullman degli Onesti, sale a bordo anche il Comune di Castelbellino

logo Cibariando H22
logo Pasticcere
logo Cibariando Pesce

CASTELBELLINO – Il Sindaco di Castelbellino Andrea Cesaroni e Daniele Crognaletti, promotore dell’iniziativa, sono già in accordo: l’Amministrazione comunale di Castelbellino aderirà formalmente alla gita degli Onesti.

Il viaggio, pensato e organizzato dall’Amministratore Delegato delle autolinee Crognaletti, Daniele Crognaletti,  è fissato per il 17 gennaio prossimo e prevede come meta la casa di Massimo Bianconi, ex direttore generale di Banca Marche, a Roma.

“Siamo preoccupati per mille motivi – spiega il Vice Sindaco Massimo Costarelli –  I delinquenti che hanno ridotto così Bancamarche devono pagare, gli obbligazionisti truffati devono essere risarciti, lo Stato deve intervenire, gli azionisti non possono essere espropriati dei beni rimasti. Il rischio dello svuotamento dei conti è reale: la banca sarà al più presto smembrata e venduta, il destino dei dipendenti sarà incerto e per alcuni segnato, l’economia del territorio impoverito non abbraccerà la preannunciata ripresa economica”.

E aggiunge: “Non vogliamo essere populisti, ben conosciamo le leggi nazionali ed europee, i vincoli, il senso del rischio economico di chi investe. Ci piace pensare ad un Paese legale dove gli onesti agiscano per abitudine e non per contrarietà; per come sono andate le cose, tutti devono mettere in campo la loro responsabilità. Stato, istituzioni locali, Banca d’Italia, Consob e così via. Sarò puntualmente a Roma anche  io con la fascia tricolore in rappresentanza dei truffati e dei dipendenti del nostro territorio e delle famiglie coinvolte”.

Sono già centinaia le richieste di partecipazione, tanto che due autobus della Esitur-Crognaletti sono già al completo.

La gita degli Onesti prevede la partenza da Pesaro ore 5,00, da Macerata ore 6,00 , da Jesi ore 7,00. Salite a richiesta lungo il percorso.  ”Questo non è un viaggio né culturale, né divertente, ma ha il solo fine di andare sotto casa di colui che era alla guida di Banca Marche – si legge sul sito Esitur – L’azzeramento delle azioni della Banca purtroppo ha messo in mutande tantissimi investitori e ha svuotato le tasche di 43.000 azionisti – Si spera che l’ex amministratore abbia il coraggio di presentarsi, perchè vogliamo spiegazioni, chiunque sia il colpevole”.  Nessuna quota di partecipazione è prevista.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.